Widget Image
Subscribe to newsletter
[immagine] 10_prodotti_made_in_italy

Il made in Italy è un mercato di un valore inestimabile e non appena si parla di Italia all’estero, ciò che viene subito in mente sono la buona cucina e l’alta moda. Ormai lo sanno tutti, italiani in primis, che la cucina italiana è un arte che fa perdere la testa. Non a caso infatti, il Bel Paese detiene il prestigioso primato a livello mondiale per il numero di prodotti agroalimentari tradizionali censiti, che non sono solo fonte di orgoglio ma sono una fortissima attrattiva turistica per i milioni di stranieri che ogni anno raggiungono le nostre mete per fare il pieno di bellezza e di gusto.
Per poter godere di tutta questa bontà in un solo luogo, da anni ormai si svolge il salone Cibus il quale raduna il meglio delle eccellenze italiane. Con questa occasione, l’agenzia Klaus Davi &co ha condotto un sondaggio rivolto ai turisti stranieri perspirare una classifica dei prodotti italiani più amati all’estero.

Al primo posto il nord ed il sud si contendono il primato alla pari: il rappresentante del nord è una leggenda, ovvero il pesto alla genovese, condimento tradizionale tipico originario della Liguria. Per quanto riguarda il sud invece, protagonista è l’nduja calabrese, un insaccato di consistenza morbida e dal gusto particolarmente piccante.

Al secondo posto si trova la piadina romagnola, un’eccellenza del territorio romagnolo adatta a sfamare grandi e piccini: l’usanza tipica è quella di piegarla a metà e farcirla secondo i propri desideri.

Il terzo posto è occupato da un prodotto campano che fa impazzire i buoni intenditori dei prodotti caseari: la mozzarella di bufala. Questo latticino è prodotto solo con latte fresco e intero di bufala di razza mediterranea italiana e gli animali sono rigorosamente allevati secondo gli usi locali.

Segue il Tartufo bianco, un frutto della terra conosciuto sin dai tempi più antichi . Il tartufo è un fungo che vive sotto terra, la raccolta si effettua da metà settembre a fine dicembri e se si desidera conservare il pregiato aroma è consigliabile consumarlo il più presto possibile.

[immagine] Castelconturbia_ristorante_piatto.jpg
“Il Bel Paese detiene il prestigioso primato a livello mondiale per il numero di prodotti agroalimentari tradizionali censiti.”

Per il quinto prodotto più amato dagli stranieri bisogna invece recarsi in Toscana per gustare una succulenta Fiorentina: la bistecca alla fiorentina è un taglio di carne di vitellone o di scottona da cuocere sulla brace o sulla griglia, con grado di cottura “al sangue”.

Restando sempre sul tema carne, protagonista del sesto posto è lo Speck dell’Alto Adige. Esso è ottenuto da una coscia di suino completamente disossata che viene aperta e tirata ed infine affumicata.

Cambio di rotta per il settimo posto, il quale è occupato dal Gambero rosso di Mazara, una specie di gambero che viene pescato solo nelle acque del Mar Mediterraneo. Una delle sue peculiarità è proprio il colore rosso intenso e brillante, ed è apprezzato per la gustosità delle sue carni da tutti i migliori Chef.

Se fino ad ora abbiamo parlato di soli prodotti animali, è giunto il momento di lodare all’ottavo posto, il piatto di eccellenza adatto a tutti i vegani: le Lenticchie di Castelluccio di Norcia. Questo legume ha origine antichissime, è considerato un prodotto di nicchia in a causa della sua limitata produzione e possiede delle notevoli qualità nutritive.

Il penultimo prodotto amato dagli stranieri è la bottarga di Muggine, un alimento costituito dall’ovario del pesce, le cui uova vengono salate ed essiccate con procedimenti tradizionali.

The last but not the least, il pane di Altamura è un prodotto tradizionale di Altamura ottenuto dall’impiego di semole rimaniate di varietà di grano duro coltivato nei territori comuni della Murgia.